Lancio dell’Open Air – Summer Sessions 2016

Boney Fields and Bone s Project

13 concerti in 3 giorni, ma non solo: teatro per bambini, buon cibo, aperitivi in musica e tanto altro

Dal 23 al 25 giugno le Bellinzona Blues Sessions toccano il loro culmine con l’open air estivo, che proporrà tre giorni di musica gratis con artisti di calibro internazionale.

La scelta degli organizzatori è caduta su un mix di differenti generi musicali: dal Chicago blues classico alle sonorità più funk, dal blues arcaico che affonda le radici nella musica africana fino alle atmosfere più soul. Tredici concerti sull’arco di tre giorni, che trascineranno il pubblico in un emozionante viaggio nella cultura della musica popolare afroamericana.

Anche per quest’anno Coopaso ha voluto dare spazio a giovani artisti emergenti d’oltreoceano e ha deciso di indire un premio (Young Blues Generation Award) che verrà conferito ogni anno a giovani musicisti che si distinguono nel panorama del blues contemporaneo. Il vincitore dell’edizione 2016 è Chris “Kingfish” Ingram, 17enne di Clarksdale, Mississippi.

23 giugno – Il lungo week-end musicale inizierà con il botto giovedì 23 giugno in Piazza Governo, con 3 concerti di grande intensità. Ad aprire le danze ci penserà il chitarrista e cantante olandese Little Boogie Boy, molto conosciuto negli Stati Uniti per aver suonato in tour con grandi artisti come John Primer, Magic Slim, Sam Carr, Tail Dragger, T-Model Ford… e molti altri. Il suo repertorio miscela la tradizione del Delta Blues con l’energia del blues urbano di Chicago.

A seguire il concerto del 77enne della Louisiana Little Jimmy Reed, uno dei pochi testimoni ancora in vita di un’epoca che ha fatto la storia della musica nera e della società afroamericana. Little Jimmy Reed prende il nome dal leggendario Jimmy Reed al quale la sua musica è ispirata e con il quale ha condiviso il palco negli anni ‘50e ’60. Ad accompagnarlo una band di tutto rispetto dalla quale emerge il pianista e produttore britannico Bob Hall, una vera e propria icona del British Blues anni ‘60/’70 e fondatore di numerosi gruppi di riferimento dell’epoca. Ha inoltre collaborato e suonato con il gotha del Blues d’oltremanica e americano: Alexis Corner, Fleetwood Mac, Little Walter, John Lee Hooker, Howlin Wolf, Chuck Berry, e numerose altre leggende del blues.

Chiuderà la prima serata dell’edizione 2016 di Bellinzona Blues Sessions una formazione tutta inglese: Dana Gillespie & The London Blues Band. Cantante, artista, attrice, Gillespie ha iniziato la carriera musicale intorno alla metà degli anni ’60. Ha collaborato e suonato con Bob Dylan (il quale ha mostrato interesse per la sua musica nel 1997, quando la invitò a sostenerlo nel suo tour nel Regno Unito, che comprendeva un concerto tutto esaurito a Wembley), John Carter, Ken Lewis, David Bowie (nei dischi The Rise and Fall of Ziggy Stardust e the Spiders from Mars), Mick Jagger e molti altri. Ha interpretato Maria Maddalena in Jesus Christ Superstar di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice nel 1973. Ha vissuto nella Londra degli anni ‘60 condividendo esperienze con grandi artisti come Jimy Hendrix, Ron Woods, Mick Jagger,… Dopo 45 anni di musica e oltre 65 album Dana Gillespie vanta una carriera combinata con radio, teatro e musica. Premiata con svariati Blues Award, Dana Gillespie ha girato il mondo diventando una vera ambasciatrice del british blues. A Bellinzona sarà accompagnata da una spettacolare band comprensiva di sezione fiati.

24 giugno – La seconda serata del festival, in programma venerdì 24 giugno, prende avvio con il giovane talento del Mississippi Chris “Kingfish” Ingram, da molti considerato la stella nascente del blues. A Bellinzona arriverà direttamente dagli States per l’unica data in esclusiva europea. Chris “Kingfish” ha cominciato a suonare la chitarra, la batteria e il basso all’età di 5 anni e oggi ringrazia i genitori che hanno voluto pagare un istruttore di musica per insegnargli a suonare. Ha cominciato ad esibirsi a 11 anni e oggi, a 17 anni, suona nei più grandi festival d’oltreoceano e si è pure esibito alla Casa Bianca su richiesta del presidente americano Obama. Un vero esempio per le nuove generazioni che invitiamo caldamente a venire ad ascoltare questo talento.

Si prosegue poi a ritmo serrato con una band di autentico Chicago Blues. Provenienti proprio dalla windy city, i Mississippi Heat si sono imposti sulla scena mondiale come gruppo tra i più rappresentativi della scena blues contemporanea di Chicago. Le sonorità di questa band prendono spunto dalla tradizione musicale degli anni ’50 e sono arricchite dal tocco personale del band leader e armonicista Pierre Lacoque. Sulla cresta dell’onda da oltre 25 anni e con 7 album incisi, hanno suonato nei più grandi festival in tutto il mondo.

Il concerto che chiude la seconda serata, contribuirà a rendere Piazza Governo una grande pista da ballo. Impossibile infatti restare fermi ascoltando Boney Fields & The Bone’s Project. Una grandiosa formazione di 9 elementi, compresa una potente sezione fiati, che farà vibrare la piazza con il loro sound energico che miscela il blues contemporaneo con il funk, il soul e il jazz. Attivo dalla fine degli anni ’70, Boney Fields, trombettista e cantante, rimane influenzato dalla musica di James Brown, Earth Wind & Fire, Miles Davis, Clifford Bown, Buddy Guy… Proprio con Buddy Guy ha suonato in diversi tour internazionali come anche con altre grande leggende del blues: James Cotton (con il quale ha registrato due album), Junior Wells, Eddie Clearwater… Nel 1990 entra a far parte di una prestigiosa sezione fiati che includeva Maceo Parker e Fred Wesley, con la quale ha registrato in due dischi della Kenny Neal band. Dopo aver suonato con Luther Allison nei tour europei di fine anni 90, Boney si decide a formare la propria band, con la quale calca ancora oggi i palchi di mezzo mondo.

25 giugno – La giornata di sabato 25 giugno, oltre ai concerti serali prevede diversi intrattenimenti a partire dell’aperitivo in musica subito dopo il mercato cittadino con Egidio “Juke” Ingala & The Jacknives. Grandi amici della Coopaso e soprattutto band di rinomanza europea che intratterranno il pubblico con un set semiacustico per accompagnarlo durante l’aperitivo e il pranzo nelle diverse postazioni allestite sul parco del teatro.

Durante il pomeriggio è previsto un intrattenimento per bambini e famiglie con le performances teatrali/musicali di Raissa Avilès e Paolo Fabris, che presenteranno in anteprima uno spettacolo appositamente allestito per accompagnare il pubblico più giovane alla scoperta della musica blues.

Dalle 18.00 l’aperitivo serale in musica sul parco del Teatro, con il musicista touareg Faris Amine e il suo trio che porteranno il pubblico alla scoperta delle vere radici della musica afroamericana grazie a un concerto dove presenteranno il loro progetto musicale “From Mississippi to Sahara” : sonorità dell’area sahariana del Mali e dell’Algeria miscelate al blues arcaico del Mississippi.

I concerti serali vedono protagonisti tre gruppi di grande impatto. L’ultima serata dell’edizione 2016 di Bellinzona Blues Sessions comincia con lo swamp blues di Larry Garner, chitarrista della Louisiana, accompagnato dal chitarrista Michael Van Merwjk e dalla sua band. Si prosegue con il concerto del chitarrista, cantante e figlio d’arte Lurrie Bell. Vera e propria icona e punto di riferimento del Chicago Blues contemporaneo, Lurrie arriverà a Bellinzona per un concerto in esclusiva svizzera, accompagnato dalla sua band composta da musicisti di primo piano che hanno contribuito a scrivere la storia della musica afroamericana: Roosevelt Purifoy, pianista che ha suonato tra gli altri con Marvin Gaye, Buddy Guy, Little Milton; Melvin Smith, bassista tra i più richiesti della scena blues di Chicago; e il batterista Willie Hayes(Koko Taylor, Junior Wells, Luther Allison,…).

Il festival di quest’anno si conclude con un concerto dalle sonorità blues/soul della cantante di Chicago Deitra Farr accompagnata dai Soul Gift, un ensemble formato da alcuni dei più talentuosi musicisti del genere: Raphael Wressnig all’organo hammond, Alex Schultz alla chitarra e da un‘incredibile sezione fiati.

Oltre ai concerti serali, il villaggio festival allestito in piazza Governo offrirà una vasta scelta di proposte gastronomiche, attrazioni per famiglie e bambini, un’esclusiva guest area con servizio all inclusive e palco privilegiato, oltre a un’area dedicata a espositori e merchandising.

I 3 giorni del festival sono completamente gratuiti (esclusa l’entrata alla guest area). Per informazioni più dettagliate vi invitiamo a visitare il nostro sito: www.bellinzonablues.ch o a seguire le nostre attività sulla pagina facebook:www.facebook.com/coopaso.

Guest Area e Backstage – Anche quest’anno Coopaso ha allestito uno spazio di prestigio nelle vicinanze del palco principale, per chi volesse vivere più da vicino e in stretto contatto con i musicisti l’ambiente festivaliero. Nell’area sarà inoltre allestito anche il set del noto fotografo bellinzonese Alfonso Zirpoli che prosegue il suo lavoro ritrattistico, iniziato durante gli anni di Piazza Blues. Durante i 3 giorni sarà possibile accedere a pagamento alla Guest Area e approfittare dei servizi all-inclusive dalle 19.00 al termine de concerti.

L’area verrà allestita con posti a sedere in un ambiente accogliente e dotato di servizi catering e fornito bar oltre che di un palchetto esclusivo per godere dei concerti da una posizione privilegiata.

Il costo d’entrata  include l’accesso in uno spazio di prestigio (incluso il backstage),  il posto a sedere riservato, l’aperitivo di benvenuto, offerta di prodotti alla griglia con contorni e aperitivi a buffet, le bevande (vino bianco, vino rosso, prosecco, birra e acqua minerale). Il tutto fino al termine dei concerti. Oltre a questo si potrà accedere al palchetto riservato nelle vicinanze del palco. Per ulteriori informazioni e prevendite biglietti visitate il nostro sito: www.bellinzonablues.ch

Area Festival – Durante i 3 giorni sarà allestito un vero e proprio villaggio festival in Piazza Governo. Aree riservate a espositori e mercatini, diversi bar e punti ristoro con specialità gastronomiche, un piccolo palco sul parco del teatro per gli aperitivi in musica e gli intrattenimenti pomeridiani. Sarà inoltre presente la postazione di Rete Tre che trasmetterà in diretta tutti i concerti serali.

Gli sponsor dell’evento: Città di Bellinzona; Banca Stato; Heineken; Swisslos; MS Catering; Aziende Municipalizzate di Bellinzona; LaMobiliare; Metanord; Appenzeller Alpenbitter AG, Organizzazione Turistica Bellinzonese e Alto Ticino; Securitas, Rete Tre, La Regione. Oltre ad altri sostenitori, comuni ticinesi e inserzionisti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Contatti

Bellinzona Blues Session

Coopaso Music Events

Casella Postale 189

6500 Bellinzona

info@bellinzonablues.ch