Urbanova & Theo

team-urbanova-chi-siamoNel 2009 tre amici, Jenk, Alex e Dino, con l’intento di organizzare un evento aperto al pubblico nel cuore di un centro cittadino, che avrebbe potuto dare spazio ai giovani locali che artisticamente e sportivamente hanno a che fare con l’ambiente e la cultura urbani, creano un’associazione ed il suo statuto. Nasce così, durante una chiacchierata in un bar qualsiasi, Urbanova Associazione. Il discorso, qui riassunto, è stato verosimilmente questo: Urbanova Associazione ha quale fine la promozione e la realizzazione di eventi informativi e aggregativi in ambito culturale. Il contesto è prevalentemente quello urbano; le strade di città hanno portato alla creazione di movimenti culturali, musicali, di diversi sport, di danze, di nuove forme di pittura e disegno, e di varie altre forme di arte (arte plastica, video, installazioni, ecc.). Il contesto urbano inteso come contesto pubblico aperto a tutti i cittadini, si presta quindi in maniera ottimale come contenitore di espressioni ed espressività. La filosofia di Urbanova nasce proprio dalla ricerca dei contenuti e delle espressioni umane, inserite nello spazio pubblico, in quel che dovrebbe essere bene comune e identità che nasce nel vivere le piazze, le strade e l’ambiente urbano:

  • Ideatori e organizzatori di TI/STREET/ART – Festival delle culture urbane
  • Promotori d’interventi di riqualifica artistica urbana (es. Sottopasso Carà di Sai – MonteCarasso)
  • Collaborazione al Long Lake Festival 2013 (spazio artistico presso la Rivetta Tell)

In questa collaborazione all’interno di Bellinzona Blues e con la Cooperativa Coopaso, l’idea è quella di creare un’alchimia tra interventi artistici ed un concerto, ispirati alla cultura afroamericana, con:

  • 1 ShowCase di THEO
  • 2 Interventi artistici su tele combinate di BIGTATO e SEACREATIVE

theoTheo è nato a Lugano il 5 marzo 1994. A sette anni imbraccia la sua prima chitarra. Dopo qualche anno di lezione, decide di passare al canto e, parallelamente a corsi formativi in quest’ambito, inizia ad esibirsi sia in ambiente scolastico (partecipa all’allestimento del musical Across The Universe che riscuote un discreto successo nell’area insubrica), sia collaborando come vocalist con artisti di area hip hop. Nel contempo inizia a partecipare a vari concorsi canori di carattere regionale, anche qui ottenendo interessanti riscontri. Nel 2011 il suo lavoro in ambito hip hop lo porta a debuttare discograficamente. Con lo pseudonimo di Soul Brain prende parte alla registrazione del singolo Dannato del rapper Iko comparendo anche dell’omonimo videoclip. Assieme a Dj S.I.D. e all’MC Step One, realizza inoltre il singolo Christmas Tree, che ottiene un buon riscontro a livello radiofonico entrando nella programmazione delle principali emittenti ticinesi. Nel 2012 inizia la sua collaborazione con i South Soul Bronx Funk, ensemble composto da importanti musicisti italiani e americani con il quale si esibisce, tra l’altro, quale corista, durante la recente edizione del festival luganese Blues to Bop. Sempre nell’estate 2012 viene inoltre invitato ai Bellinzona Beatles Days, dove inaugura la serata del venerdì interpretando alcune canzoni dei Fab 4 accompagnato alla chitarra da uno dei principali rocker elvetici, Vic Vergeat. E proprio a seguito di questo incontro inizia una collaborazione tra i due, sfociata nella realizzazione del singolo My Wonderful Life. Nel 2014 decide di intraprendere una collaborazione con la Band: “The Capo Project” per nuovi progetti imminenti e futuri, composta da: Maurizio Drei (Batteria), Lucas Garré (Basso-Chitarra) & Marco Felder (Chitarra-Pianoforte).

bigtatoBigtato all’anagrafe Renato Benzoni, nato nell’agosto 1986 a Cadenazzo nel Canton Ticino (Svizzera). La passione per i graffiti risale forse all’infanzia, perché già alle scuole elementari passavo molto tempo a scarabocchiare qua e là… e poi nel 1998, durante un corso estivo, ho preso in mano la prima bomboletta spray! Dopo quella prima esperienza, in mancanza di spazi (ovvero: muri) su cui esprimermi, ho continuato a esercitarmi sulla carta, finché nel 2000 ho potuto riprendere a fare graffiti con le bombolette, iniziando… dal garage di casa mia. Nello stesso anno io e l’amico Styun abbiamo fondato la IOS Crew che è ancora attiva. Da allora ho iniziato a dipingere anche con Panho, un vecchio amico d’infanzia, e proprio insieme a lui, dopo una giornata passata a fare graffiti con degli amici della Svizzera tedesca, vengo invitato a far parte della loro USB Crew . Grazie a questo gruppo ho potuto partecipare a delle Jam in Svizzera interna e in Germania e, nel frattempo, grazie ai miei amici, sono anche entrato in contatto e ho poi potuto collaborare in diverse manifestazioni con writers provenienti da tutta l’Italia… una collaborazione che dura ancora oggi! Nel futuro spero di potermi spostare sempre di più in giro per il mondo, visitando paesi sconosciuti e soprattutto facendo graffiti e stringendo nuove amicizie. Per un mondo più colorato!

sea_paint_62Seacreative: leggi la bio